L’elezione delle donne 2019

Mai pri­ma d’ora era­no sta­te elet­te al Con­siglio nazio­na­le così tan­te don­ne come dome­ni­ca scor­sa — 84 in tota­le. Le don­ne rapp­re­sentava­no il 40 per cen­to del­le lis­te elet­to­ra­li e il 42 per cen­to dei fun­zio­na­ri elet­ti. Ques­to suc­ces­so si spie­ga con il fat­to che i par­ti­ti han­no asseg­na­to dei buo­ni pos­ti nel­le loro lis­te alle can­di­da­te e con il com­por­ta­men­to degli elet­to­ri.

Ver­sio­ne tede­s­ca

Le donne sono state votate maggiormente

E’ sta­to un vant­ag­gio esse­re don­na alle ele­zio­ni del Con­siglio nazio­na­le del 2019. La pro­ba­bi­li­tà di esse­re elet­te era di un pun­to per­cen­tua­le più alta per le don­ne che per gli uomi­ni. In media, le don­ne can­di­da­te han­no rice­vu­to cir­ca 378 voti in più ris­pet­to agli uomi­ni.

Tut­ta­via, le can­di­da­tu­re femmi­ni­li non han­no supera­to i can­di­da­ti in tut­ti i par­ti­ti. Osser­van­do i voti dei can­di­da­ti per par­ti­to (Figu­ra 1), si può nota­re che le can­di­da­te del­le lis­te PEV, PV, PVL e PBD han­no rice­vu­to mol­ti più voti del­le loro con­tro­par­ti maschi­li.

Figura 1: In diversi partiti, le donne ricevono più voti degli uomini (tenendo conto dello status precedente, del cantone e della lista).

Le donne avevano buoni posti nelle liste elettorali

In mol­te lis­te, le don­ne ave­va­no semp­re buo­ni pos­ti, come mostra­to nel­la figu­ra 2. Nel­le lis­te PEV, PdL/Sol, PBD, PS, PRL, PVL, PV e PDC in par­ti­co­la­re, le don­ne era­no in media meglio posi­zio­na­te, tro­van­do­si in alto nell’elenco dei can­di­da­ti.

Figura 2: Posizione delle donne nella lista (tenendo conto dello status precedente, del cantone e dell’elenco).

 
Print Friendly, PDF & Email