Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti: respinta nonostante i suoi punti principali godessero di un chiaro sostegno

L’iniziativa popola­re con­tro la disper­sio­ne degli inse­dia­men­ti è sta­ta boc­cia­ta seb­bene una chia­ra mag­gior­an­za dei votan­ti ne sos­ten­es­se i pun­ti princi­pa­li. Le richies­te dei Gio­va­ni Ver­di sono fal­li­te per­ché l’attuale legis­la­zio­ne in mate­ria di lot­ta con­tro la disper­sio­ne degli inse­dia­men­ti era rite­nuta già suf­fi­ci­en­te.

Seb­bene l’iniziativa sia sta­ta chiara­men­te respin­ta alle urne, i pun­ti princi­pa­li dell’oggetto in vota­zio­ne gode­va­no di un ampio con­sen­so pres­so chi si è reca­to a vota­re. Qua­si l’80 per cen­to degli inter­vi­sta­ti, ha infat­ti dichiara­to che il paesag­gio svizze­ro e i suoi ter­re­ni col­ti­vi dov­reb­be­ro esse­re pro­tet­ti in modo più effi­cace. Ques­to argo­men­to è sta­to sos­ten­uto addi­rit­tu­ra dai tre quar­ti del­le per­so­ne che il 10 feb­braio han­no vota­to «No».

L’oggetto è sta­to tut­ta­via respin­to poi­ché l’ha spun­ta­ta l’opinione secon­do la qua­le l’attuale legis­la­zio­ne in mate­ria di lot­ta con­tro la disper­sio­ne degli inse­dia­men­ti era più che suf­fi­ci­en­te. In par­ti­co­la­re, i con­tra­ri han­no men­zio­na­to la leg­ge sul­la pia­ni­fi­ca­zio­ne del ter­ri­to­rio, rivis­ta di recen­te. Tra i ranghi dei favor­e­vo­li, inve­ce, pre­do­mi­na­va­no i moti­vi lega­ti alla pro­te­zio­ne del­la natu­ra e del paesag­gio. I sos­te­ni­to­ri dell’iniziativa han­no infat­ti dichiara­to di aver vota­to «Sì» princi­palmen­te con l’intenzione di voler impe­dire un’ulteriore cemen­ti­fi­ca­zio­ne del ter­ri­to­rio svizze­ro.

Le dif­fe­ren­ze più mar­ca­te a livel­lo di voto si rile­va­no a livel­lo di sim­pa­tie poli­ti­che. L’iniziativa è sta­ta accol­ta pra­ti­ca­men­te da tut­ti i sos­te­ni­to­ri dei Ver­di (91%), ment­re la fazio­ne borghe­se si è schie­ra­ta net­ta­men­te con­tro. I sim­pa­tiz­zan­ti dell’UDC, del PPD e del PLR han­no infat­ti boc­cia­to l’oggetto con una quo­ta di voti con­tra­ri com­pre­sa tra il 78 e l’84 per cen­to. Opi­nio­ni con­trastan­ti emer­go­no solo tra i sos­te­ni­to­ri del PS e del PVL (ent­ram­bi con una quo­ta di «Sì» del 53%).

Ana­liz­zan­do la par­te­ci­pa­zio­ne al voto salta­no all’occhio dif­fe­ren­ze tra i ses­si: tra le don­ne non solo si è regis­tra­ta una par­te­ci­pa­zio­ne più ridot­ta (don­ne: 34%; uomi­ni: 43%), ma anche una mag­gio­re ten­den­za a vota­re a favo­re dell’iniziativa (don­ne: 41% a favo­re; uomi­ni: 32%). Biso­gna infi­ne aggi­unge­re che i Ver­di non sono rius­ci­ti a mobi­li­ta­re i pro­pri ranghi per sos­tene­re l’iniziativa popola­re del pro­prio grup­po gio­va­ne: la par­te­ci­pa­zio­ne al voto tra i sim­pa­tiz­zan­ti dei Ver­di è sta­ta solo nel­la media.


Rife­ri­men­to:

Bern­hard, Lau­rent e Lukas Laue­ner (2019). Risul­ta­ti del­lo stu­dio VOTO rela­ti­vi alla vota­zio­ne federa­le del 10 feb­braio 2019. ZDA, FORS, LINK: Aarau/Losanna/Lucerna.

Per del­le doman­de rela­ti­ve allo stu­dio: Lukas Laue­ner, 021 692 46 71, lukas.lauener@fors.unil.ch.


L’oggetto in vota­zio­ne
In occa­sio­ne del­la vota­zio­ne del 10 feb­braio 2019, il popo­lo svizze­ro è sta­to chia­ma­to a espri­mer­si su un solo ogget­to, lan­cia­to dai Gio­va­ni Ver­di e inol­tra­to nell’ottobre 2016, ovvero l’iniziativa «Fer­ma­re la disper­sio­ne degli inse­dia­men­ti – per uno svi­lup­po inse­dia­tivo sos­teni­bi­le (Ini­zia­ti­va con­tro la disper­sio­ne degli inse­dia­men­ti)». L’iniziativa è sta­ta respin­ta con il 63,7 per cen­to di voti con­tra­ri.
Print Friendly, PDF & Email